COSA È IL TIBER

Il Tiber Club nacque su iniziativa dell’ICEF (Iniziative Culturali, Educative e Familiari), una associazione senza finalità di lucro civilmente riconosciuta con D.P.R. n. 693 del 17/5/1986, costituita per promuovere attività formative e culturali.

Si rivolge a ragazzi dalla 5ª elementare alla scuola superiore. Attraverso attività extrascolastiche, in alcuni pomeriggi, week-end e periodi di vacanza, si impara a organizzare il tempo libero, porre le basi per trovare veri amici e divertirsi.

Si tratta di aiutare i ragazzi a diventare persone oneste, che sanno lavorare e aiutare gli altri. Il progetto educativo è ispirato a principi cristiani e, particolarmente, ha alla base lo spirito di San Josemaría Escrivá, Fondatore dell’Opus Dei, istituzione della Chiesa Cattolica il cui messaggio e il cui spirito sono incentrati sulla santificazione del lavoro professionale e dei doveri quotidiani del cristiano.

GENITORI & TUTOR

 

A ogni ragazzo che si iscrive al Tiber viene assegnato un tutor, che lo seguirà più da vicino nella sua crescita educativa. Il tutor lavora sempre in collaborazione con i genitori. Insieme a loro, in un primo colloquio specifica gli aspetti formativi a cui prestare maggiore attenzione.

IL PROGETTO EDUCATIVO

 

 

Educare i figli è il compito più importante per i genitori, perché è proprio nella famiglia che ogni persona trova se stessa. Un ambiente familiare favorevole e una buona scuola non sono sufficienti. Il tempo libero ha una grande importanza nella crescita dei figli. È necessario tenerne conto nel programmare un progetto educativo familiare.

Il Tiber Club vi propone un ambiente in cui i ragazzi si divertano imparando, trovino amici veri e sviluppino pienamente le loro qualità in un ambiente aperto, dove la convivenza con molti amici stimola ad un arricchimento personale.

Si tratta di aiutare a crescere personalmente nelle virtù umane e cristiane, sempre in un ambiente di intera libertà e responsabilità.

Attraverso le diverse attività del Club, i ragazzi sono stimolati a:

potenziare le loro abilità manuali e intellettuali, sviluppare la creatività, la capacità di studio e la cura del lavoro ben fatto (attenzione ai particolari, ordine, costanza, crescente resistenza all’impegno, capacità di pazientare proponendosi obiettivi a medio termine senza perdere l’entusiasmo iniziale…);

integrare armonicamente tutti gli aspetti della loro vita (lo studio, lo sport, la gioia, il dolore, l’amicizia…) per costituire una personalità completa, migliorando anche le relazioni familiari (dialogo, obbedienza, spirito di servizio, ottimismo, rapporto con fratelli e sorelle…);

acquisire un atteggiamento sereno ed equilibrato di fronte alla vita, ai propri doveri, alle relazioni con gli altri, maturando in maniera armoniosa le qualità umane, per divenire capaci di rapporti interpersonali di qualità (solidarietà, spirito di gruppo, lealtà, disponibilità a imparare dagli altri, senso dell’amicizia…);

sviluppare un principio di capacità imprenditoriali (spirito d’iniziativa, capacità di porsi obiettivi, scelta di mezzi e di strategie), sia nelle singole attività, sia per se stessi (in quest’ambito, come del resto in tutti gli altri, è essenziale una corretta educazione alla libertà e alla responsabilità).